Ho disturbi di ansia, paura di malattie e forse anche attacchi di panico scambiati per malessere improvviso fin dall’adolescenza, e avevo grandi sensi di inferiorità con i compagni da bambino, ma a 28 anni sono uno di quegli ingegneri che non andrebbe mai dallo psicologo che considero roba da donne o da deboli. Mi rendo conto che però qualcosa addosso ce l’ho. Ho visto sui social network che nei gruppi di auto aiuto molti si lamentano della inutilità dei farmaci che prendono, dei loro effetti collaterali, ecc. A me il lavoro va bene e piace e ho successo con le donne, quindi sto meglio di molti miei coetanei. Vorrei sapere da Lei se sono registrato casi in cui sintomi come i miei scompaiono da soli, magari con l’età, con la famiglia, con l’esperienza, e se mi può indicare un libro che tratti l’argomento in maniera non di parte. Grazie.