Salve dottore, mi chiamo giovanni ho 25 anni, causa lavoro nel novembre 2014 mi presi un forte esaurimento nervoso accompagnato da conseguente depressione, premessa non avevo mai sofferto prima d’ora di queste robe, attacchi d’ansia fortissimi, pressione bassa, colorito della pelle bianca quasi come se stessi morendo, il mio cervello non riusciva a concentrarsi su ciò che accadeva in quel momento ero totalmente assente, nonostante ciò non ho mai voluto prendere nulla, per mia scelta. Solo nel marzo 2015 mi decisi e andai da una psichiatra che mi prescrisse cymbalta 30 mg, mi disse che avrei dovuto prenderlo finche tutti i sintomi non sarebbero scomparsi, feci una cura di 2 mesi poi staccai per mia volontà, passati quei 2 mesi ho ricevuto qualche beneficio ma piccolo, vi assicuro che oltre quei due mesi non ho mai assunto nulla,ma , è stato un calvario durato 2 anni, dopodiché i sintomi sono iniziati a sparire ma si andava di 2settimane in 2 settimane. morale: la cosa e’ soggettiva ma con o senza medicinali il corpo umano e destinato ad autoripristinarsi e quindi tutti guariamo e torniamo a svolgere la vita che facevamo prima, basta un po’ di determinazione, forza volontà e attendere che il tempo guarisca tutto abbinato ad uno stile di vita sano, le medicine in questi casi comunque sono importanti perché aiutano ad uscirne prima.