Gentile Dottore, è possibile avere una famiglia relativamente serena con un marito di 42 anni con due figlie piccoli 8 e 1 anno e che per nulla scatta d’ira con scenate terribili? Volendo proteggere i miei figli e forse ancora spero di aiutare mio marito mi sono messa acercare su internet e mi sono fatta l’idea che la diagnosi sia borderline per lui.  Mi preoccupo per i nostri bambini e vorrei non assistessero a scena incresciose e per fortuna non hanno mai assistito alle peggiori.. Prima di sposarci mi ha raccontato di essere andato da una psicologa, poi ha mollato più o meno da uqando sta con me, sono diventata io il suo sfogo. Ma adesso basta vorrei che fosse un professionista a gestirlo, io sono divisa tra la tentazione di lasciarlo magari solo temporaneamente per vedeer se matura e impara a frenarsi e il pensare che sono io la sua psicologa. Per me è borderline.Litiga anche molto nelle relazioni di lavoro con i suoi fornitori che a volte possono essere davvero dei furfanti ma quando ci ho parlato io mi sembrava fosse lui a esagerare e a essere in torto, ma non ho osato dirglielo. Possibile avere paura a aprire bocca col proprio marito?